DBD: Raise Your Horns – Amon Amarth

Amon Amarth hanno un nuovo Video a „Raise Your Horns“ pubblicato, in cui, oltre a molti fan e musicisti come King Diamond, Kerry King (Uccisore), Zakk Wylde (Black Label Society), Dave Mustaine (Megadeth) o Scott Ian (Antrace) vedere sono. „Raise Your Horns“ possono essere trovate sul l'ultimo album di Svezia, „vichinghi di jomsborg“, il più 25. März erschienen ist

Video Thumbnail
Amon Amarth - Raise Your Horns

DBD: At Dawn’s First Light – Amon Amarth

Amon Amarth filtri con „At Dawn’s First lucedas zweite Video von ihrem aktuellen Konzeptalbum „vichinghi di jomsborg“ prima. Il video viene riprodotto in un insediamento slavo di 9. Secolo, dove la tempesta est di Triglav Jomsborg, eine epische Schlacht zwischen den Dorfbewohnern und einer dort einfallenden Wikingerhorde unter Anführer Igor Górewicz stattfindet. Proprio nel mezzo Amon Amarth, come musica di sottofondo „A Dawn’s First Lightspielen und dabei unglücklicherweise Ziel des ein oder anderen Pfeils werden

Video Thumbnail
Amon Amarth - Alle prime luci di Dawn

DBD: prima uccisione – Amon Amarth

Successivamente, la Video per il primo singolo „prima uccisione“ aus dem kommenden Amon Amarth Album „vichinghi di jomsborg“. Das zehnte Studioalbum der Schweden erscheint am 25. März und wird das erste Konzeptalbum von Johan Hegg und Co. essere, das eine Geschichte von Amore und Rache erzählt, die in der Welt der Jomswikinger spielt. Hegg verrät über die Handlung:

Die Jomswikinger waren eine schattenhafte und legendäre Söldnertruppe der Wikinger, oggi sempre noch vom selben Mythos umgeben ist, wie in der Zeit, in der sie sich durch Europa und den mittleren Osten kämpfte. Sie waren rücksichtslose und todbringende Krieger, die für denjenigen kämpften, der sie am besten bezahlte. Sie hatten einen simplen Kodex: Zeige keine Paura. Weiche niemals zurück. Verteidige Deine Brüder und wenn Du dazu aufgefordert wirst, räche ihren Tod. Ich hatte das Gefühl, dass wir als Band soweit waren, die Geschichte der Jomswikinger als Ausgangspunkt für ein AMON AMARTH-Album zu nutzen. Die Jomswikinger und ihre Welt bilden den Hintergrund für die Geschichte eines jungen Mannes, der ein Mädchen liebt, das mit einem anderen Mann verheiratet wird. Als er davon hört, tötet er versehentlich einen Mann und muss daraufhin fliehen – aber er schwört Rache und will das Mädchen zurückgewinnen. Die Vergangenheit lässt ihn nicht los. Er fühlt sich betrogen und sein Leben wurde zerstört. Und wie man sich denken kann, gibt es kein Happy End.

na dann maniera, holt schon mal die Trinkhörner raus und dreht die Boxen auf, es wartet epischer Melodic Death Metallo, der euch Ohren waschen wird. Davon ist zumindest auszugehen, nachdem man sich „prima uccisione“ reingezimmert hat.

Video Thumbnail
Amon Amarth - prima uccisione

Amon Amarth: Magnifico „tastiera Guerriero“ Teaser

Zu ihrem in Kürze erscheinenden Videoclip „prima uccisione“ haben Amon Amarth einen Teaser veröffentlicht. Der Song ist der erste Vorgeschmack auf das kommende und noch unbetitelte Album, das dieses Jahr erscheinen sollund wer mit Vichinghi was anfangen kann, sollte sich den Teaser unbedingt anschauen

Video Thumbnail
Amon Amarth - tastiera Guerriero

Bambini interviewen Johan Hegg von Amon Amarth

Qualche settimana fa abbiamo avuto i bambini nell'intervista con Tom Araya degli Slayer qui nella Cripta Piper ha ora di KidsInterviewBands.com Amon Amarth frontman Johan Hegg fatto alcune domande non così tipiche. Così u.a rispose lo svedese. La questione, welchen Weltrekord er halten könnte: „Presumibilmente la, am längsten zu schlafen. I miei compagni si lamentano tutto il tempo, ich würde sempre zu lange schlafen“, così Johan Hegg…

Video Thumbnail
Kids Interview Bands - Amon Amarth

DBD: Deceiver Of The Gods – Amon Amarth

Hier das neue Amon Amarth-Video „Deceiver Of The Gods“ Vai al cinema „Uomini del Nord – Un vichingo Saga“, dem Kinodebüt von Johan Hegg. Das Titelstück des aktuellen Amon Amarth-Albums „Deceiver Of The Gods“ si affina in un video con scene prestazioni…

Video Thumbnail
Amon Amarth "Deceiver Of The Gods" (Official Video)

DBD: Out Of The City – Audrey Horne impresa. Johan Hegg

„Audrey Horne“ mostrare il loro nuovo Video „Out Of The City“ – e sono nella clip non vedere se stessi! Invece gioca Johan Hegg Amon Amarth Viking Star e fa insieme a burattini, una macchina classico caldo e sua moglie la città e una festa karaoke incerto! Forse il video roccia dell'anno!

Video Thumbnail
Audrey Horne - Out Of The City (Official Video) | napalm Records

Amon Amarth metallo im-Walhalla

Perché „Amon Amarth“ il loro stile nonostante la forte riferimento ai guerrieri nordici non facile Morte vichingo Metallo chiamare, non è davvero chiaro, ma in realtà gioca alcun ruolo. La cosa principale, i ragazzi di tutto in merito a Viking Johan Hegg continuano a fornire spettacoli sonori e grandi dannatamente cornea. Il programma promesso Brutal Death, Thrash, Black and Melodic Death Metal e quindi non era sorprendente, che homed molti metallari presto. Che sarebbe completamente non è stato sorprendente anche su un Martedì. Sostegno ricevuto i Vichinghi provenienti dagli Stati Uniti: Skeletonwitch, Havok e soffocamento erano preoccupati per, ad alimentare lo stato d'animo. Un assolutamente magnifico line-up, che all'inizio di agosto, il metallo di Walhalla Svizzera, das Z7 Pratteln e, lasciate scuotere dalle fondamenta!

Amon Amarth metallo im-Walhalla

„Amon Amarth“ sono in prima linea del Melodic Death Metal basato su Viking mito e leggenda, e questo gruppo è stato uno dei grandi del genere a Pratteln. Da quando il 2003 album pubblicato „Versus The World“ sono un favorito perenne e la Svezia si sono affermati con numerosi tour e apparizioni a festival tra le migliori band dal vivo. aperto la sera „Skeletonwitch“ dall'Ohio e questa volta goduto molti ancora la sua Feierabendbier durante la bella stagione sul piazzale e attese per i primi suoni. Fin dall'inizio, è andato „Skeletonwitch“ come la cosa reale, ma davanti richiamo del palco per il momento ha permesso loro solo pochi. Musicalmente assicurato elementi di Thrash, Morte e Heavy Metal insieme alla canzone, che è probabilmente attribuibile al Black Metal, per una combinazione interessante. Titoli come „Io sono della Morte (L'inferno è arrivato)“ presentato secco e preciso dagli americani. stabilire un rapporto con il pubblico non è riuscito a ragazzi durante la loro presenza, mentre, cosa intorno 30 Minuti Tempo di fase non era in realtà l'obiettivo. Piuttosto garantito „Skeletonwitch“ con il loro sound veloce e aggressivo per un grande inizio per la sera.

Video Thumbnail
Amon Amarth - Father Of The Wolf (vivono a Z7, Pratteln - 2014)

Da 2004 dedicato a „Havok“ da Denver a Thrash Metal e pubblicato finora tre album in studio e due EP. Erano circa mezz'ora il tempo di gioco e hanno usato questo molto attiva e ha mostrato grande presenza sul palco. La critica della società e Politica appartiene con loro allo standard, confezionato in una lettura rapida e intensa della Bay Area Thrash Metal, con Havok piuttosto un Ragazzo Banda di questo genere è e sa come fare uso di influenze moderne. Così anche gli elementi di crossover erano abbastanza fuori di ascolto, con cui la Testo della canzone in Songs Wie „Give Me Liberty… O Give Me Morte“ inesorabilmente sostenuta. Senza ulteriori indugi poi mettere il New Yorker „Soffocamento“ Il, l'ultimo supporto agire quella notte. La band era quasi 25 fondata anni ed è considerato sostenitori di Brutal Death. Gli uomini offerti da tutta ringhia cupamente aggressivi su tamburi veloci di profondità fino, riff semplici maglia i, cosa ci si poteva aspettare di loro. Acusticamente purtroppo questo non fosse del tutto, i tamburi annegati nelle parti più calme in realtà le chitarre, quindi l'intero episodio ha avuto un po 'totale lungo e monotono.

Amon Amarth metallo im-Walhalla

Durante la conversione fase potrebbe dare una prima occhiata al paesaggio imponente e con le due teste di drago gigante sul palco raggiunto la tensione poi raggiunto il picco. A pochi minuti separano le attuali fan dei vichinghi e poi poco dopo 22:00 Orologio finalmente stava andando! La prima canzone suonata „Amon Amarth“ „Father Of The Wolf“ e questo come sappiamo da loro: Fin dall'inizio adattarsi ogni suono, tutte le mani salito e prima della fase andato fin dall'inizio al punto! Con „Deceiver Of The Gods“ seguito dalla title track dell'album corrente. A corto di fiato e riff incisivi, un Refrain aggressivo tenuto, combinata con parti melodiche lunghe e un accattivante, transizione puramente strumentale, che ha invitato tutta la sala a cantare insieme. un ottimo inizio! Così è stato, che Johan Hegg potrebbe salutare i presenti solo, come il primo momento clou della serata è stato già storia: „Metallo Mecca Z7 – pronto per un po 'di metallo? Io cazzo sapevo che eri!“. Primi inviti a un muro della morte echeggiarono attraverso la Z7, ciò che il cantante con asciutta „Bene, assicurarsi che nessuno si faccia male“ risponde ancora stato un passaggio deliziosamente ironico alla traccia successiva, „La morte nel fuoco“. Nella parte anteriore della sala è stato un sacco di movimento e il Ponte alla metà della canzone già tornato tutte le mani fino. Il front man sapeva come giocare con il pubblico, ha preso un buon umore un sorso dal suo corno, mentre il chitarrista con riff precisi giocato per la seconda, andò molto più melodica parte della canzone. Al più tardi quando i due uguali allora i primi suoni di „Per Vittoria o Morte“ giocato, applaudito senza eccezione tutti nella folla.

Amon Amarth metallo im-Walhalla

In generale, più lento rispetto maggior parte dei titoli, hanno partecipato i riff sirena-come Johan Söderberg per uno stato d'animo mistico canzone “ Come Loke Cascate“. Mentre Olavi accanto a lui e Frederik dietro le loro parti performten precisione alla batteria, frontman salutato e il bassista dei teste di drago. La luce verde sparse contribuito la sua parte, il paesaggio imponente non ha mancato anche senza sparare il suo effetto ottico. Tuttavia, questo era solo un problema minore, a causa della presenza di „Amon Amarth“ vissuta da loro canzoni incredibilmente suggestivi e variegati e, naturalmente, Johan Hegg: Fuori dal palco una tranquilla anonimo, giù per terra ragazzo, si accende le sue apparizioni in un incredibilmente carismatica, guerriero energetico, con la sua atmosfera, convinti voce autentica. Mr. Hegg dimostra, che può anche portare il suo corpo vivo altrettanto impressionante chiarezza alla piastra. L'uomo potrebbe effettivamente ridurre, di essere l'ultimo discendente dei vichinghi. L'intera band si è presentata in buona forma, i ragazzi avevano apparentemente Bock nello show e giocato senza problemi e con grande vigore.

Amon Amarth metallo im-Walhalla

„Guardiani di Asgaard“ movimento causato nel mosh pit come nessun altro brano e „Shape Shifter“ allora era l'ultima canzone a metà periodo, che conteneva quasi esclusivamente il più recente titolo album. Durante una breve pausa, solo i due dragoni guardavano con gli occhi spettrali che brillano nel buio. Congelato l'applauso continua da parte del pubblico, come le grida di uccelli da lontano ha inaugurato la seconda parte del concerto. „Cry of Black Uccelli“ fu il preludio di una serie di colpi da piastre precedenti. „Asator“, „Valhall mi aspetta“ o „War of the Gods“, che sono Amon Amarth dei vecchi tempi! Con „Abbraccio del Endless Ocean“ è stato epico, La canzone racconta la storia mozzafiato di un guerriero, che i sogni sulla strada di casa dai paesaggi invernali domestiche, ma inghiottito dalle onde gelide del vasto oceano. Ancora una volta dimostrato „Amon Amarth“ come melodico ed emotivo death metal può essere. E ogni canzone viene celebrata freneticamente dal pubblico.

Video Thumbnail
Amon Amarth live @ Z7 Pratteln - Twilight Of The Thunder God

Con „Victorious March“ ritrovare suoni energici sopravvento e divenne la vera e propria processione trionfale attraverso Pratteln. Il pubblico non era stato abbastanza a lungo e quindi non era sorprendente, che i ragazzi sul palco neanche farlo, come se l'ultima canzone del set regolare era davvero stata la fine della serata. Senza lunga esitazione afferrato il martello da Johan, usciere all'assoluto proposito canzone: „Twilight Of The Thunder God“! Anche in questo caso tutte le mani si alzarono, capelli lunghi battenti selvaggiamente attraverso l'aria e l'intera sala ha cantato il coro con. Als Johan „se sei abbastanza forte“ presentato come condizione per una canzone finale, raggiunto la visualizzazione della enorme sala 115.7 Decibel! Nessuno strumento, nessun microfoni, fosse solo le voci del pubblico entusiasta, che ha raggiunto il valore record! Con l'ultimo cracker di „La ricerca della Vichinghi“ tradotto Amon Amarth poi un finale di cracking. Uber 1500 Gole ruggì il coro – istigato dal sig Hegg – sempre più forte con, che la pelle d'oca brevi già causati. Il tutto era semplicemente uno spettacolo indimenticabile: Atmosfera di classe, suono di qualità impeccabile, un insieme equilibrato e ad alto correlati, a destra, gli svedesi sono stati autorizzati a celebrare questa sera! Dopo l'ultima canzone, gli uomini applaudirono di nuovo navigato a nord e si può tenere definitivamente, che ha già ricevuto un sacco di soldi stasera. Una serata atmosferica del „Amon Amarth“ con le loro prestazioni, come già 3 Anni prima, ancora una volta di nuovo sono stati in grado di convincere completamente e trasformato la Z7 in un manicomio.

Amon Amarth metallo im-Walhalla

Tracklist:

  1. Father Of The Wolf
  2. Deceiver Of The Gods
  3. La morte nel fuoco
  4. Per Vittoria o Morte
  5. Come Loke Cascate
  6. Noi distruggeremo
  7. Guardiani di Asgaard
  8. Shape Shifter
  9. Cry Of The Black Birds
  10. Asator
  11. Abbraccio del Endless Ocean
  12. Valhall mi aspetta
  13. War of the Gods
  14. Victorious March
  15. Twilight Of The Thunder God
  16. The Pursuit of Vikings
Video Thumbnail
Amon Amarth - Twilight Of The Thunder God (vivono a Z7, Pratteln - 2014)
Amon Amarth metallo im-Walhalla
8.7 Totale
0 Voto utenti (0 voti)
atmosfera10
Prestazione10
Acustica10
visibilità10
Vor-Ort-Service10
impianti sanitari3
Situazione dei parcheggi8
Visitors ' Come valuti questo?
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

Avatar utente
verificata

Mostra di più
{{ pageNumber + 1 }}
Come valuti questo?

DBD: Father Of The Wolf – Amon Amarth

Amici, heute gibts für euch im „Campana morte del Giorno“ Amon Amarth’s Video a „Father Of The Wolf“ dall'album „Deceiver Of The Gods“, compresa la Testo della canzone

Video Thumbnail
Amon Amarth "Father Of The Wolf" (Official Video)

Così trovò il cuore in terra sterile
Si batteva, Still Alive
Ha tenuto delicatamente in mano
E alzò gli occhi al cielo

Con i cattivi pensieri di tipo vizioso
E sinistro disprezzo
I suoi pensieri di riportare in vita
The witch that died In Flames

[Coro:]
Serpent’s kin
Nato peccato
Scuro all'interno
Father Of The Wolf!

He then devoured Gullveig’s heart
E lei è nata di nuovo
Hanno portato in vita una forza del male
A beast that can’t be tamed

Con l'inganno buio nell'anima
Tradimento of the gods
La rovina di Oden ora è nato
Nato da sangue del male

[Coro:]
Serpent’s kin
Nato peccato
Scuro all'interno
Father Of The Wolf!

Hanno portato in vita una forza dannoso
Una bestia vile che non può essere domata
Fimbultyr’s nemesis now is born
A vile beast that can’t be restrained

Scuro!
L'inganno è il suo
Anima!
Tradimento della
Gods!
Oden’s bane is
Born!
Nato da sangue del male!

[Coro:]
Serpent’s kin
Nato peccato
Scuro all'interno
Father Of The Wolf

Recensione Album: Amon Amarth – Deceiver Of The Gods

Nicht jede Band kann von sich behaupten alle zwei Jahre ein neues Album zu veröffentlichen, praticamente tutta a giro e ancora ottenere recensioni molto positive. Ma gli svedesi fanno di volta in volta per ispirare i loro fan e così anche classificati „Deceiver Of The Gods“, ora il nono album della band melodic death metal, nel numero delle sue magnifiche opere di un. Dopo i primi uno o due minuti diventa chiaro, dass Amon Amarth auch bei diesem Album dem altbewährten Schema treu bleiben. Das neue Album des Quintetts ist deutlich breiter gefächert als ihre bisherigen Alben, so lassen sich Einflüsse von Doom, Heavy und Thrash Metallo riconoscere. AMON AMARTH stesso ha detto, sie wollen mehr Aggressivität in ihrem neuen Silberling und Euch erwartet ein gutes Album, versehen mit typischen Klängen und dem üblichen Wikingertum der Band.

Amon Amarth

Freschezza, nuovi riff, rabbia parzialmente scatenata, Una bella azione, toni polifonici, riacquistato variazione vocale, e qua e là dà liricamente volte più di Battlefield, Combattere, Spada und Honor – auch wenn man im Groben natürlich der eher geradlinigen Lyrik treu gebleiben ist. Besonders ist zu erwähnen, dass man sich in die Hände von Andy Sneap, il già chissà quanti piatti di metallo ha prodotto, begab und der hätte das versauen können, ma lui non ha, Perché l'album suona correttamente dopo Amon Amarth. Nicht nur die Instrumente sind härter und lauter geworden, auch Sänger Johann Hegg hat eine Entwicklung durchgemacht, so ist seine Stimme auf dem neuen Album noch kräftiger, come lei era in album precedenti già. Non fraintendetemi, AMON AMARTH reinventarsi in alcun modo. Qua e là brilla l'impressione, diesen oder jenen Part schon einmal in einem anderen Song mehr als ähnlich gehört zu haben, come prima con.

AMON AMARTH fanno dopo tutti questi anni, Come parte del suo „Corsetti“ di reinventarsi, senza dimenticare le loro radici. Auch das Ziel mehr Aggressivität ins Album zu bringen hat man geschafft, Amon Amarth - Loki Büste come all'inizio con la title track dell'album, che ha indubbiamente le sue radici nel thrash metal ha, hören kann. Brutal thrash chitarre tuono qui dal primo all'ultimo secondo della canzone. Subito dopo si va con la canzone „Come Loke Cascate“ di più, di un po 'ricorda il vecchio titolo IRON MAIDEN. Auch die anderen Songs des Albums müssen sich in Sachen Kreativität, Aggressivität, Härte und Melodie nicht verstecken. „Father Of The Wolf“ è un inno tipico per una buona „Guardians Of Asgard“-Tradizione, die sich für kommende Live-Aktivitäten geradezu aufdrängt. In realtà, non vi è a mio avviso non molto di cui lamentarsi. Solo la leggermente più ingombrante, ma linea da qualche parte „Shape Shifter“ e „Under Siege“ sono troppo prevedibili, a mio parere, ma questo è tutto. Così la canzone inizia „Sangue Aquila“ mit einer etwas verstörenden Einspielung eines Sterbenden, Tuttavia, subito dopo, la band prende il via in modo tradizionale. Eine drückende Double-Bass, chitarre triturazione e il potere concentrato della voce di Johann Hegg dominano questo, nonché la maggior parte delle altre canzoni. Hier schimmert eine gehörige Portion Uccisore Da, ciò che la canzone e l'album stesso è dannatamente buono.

Video Thumbnail
Amon Amarth "Deceiver Of The Gods" (Ufficiale)

Come per i precedenti album, haben sich Amon Amarth auch dieses Mal Verstärkung geholt, a „Deceiver Of The Gods“ in Form des ehemaligen Candlemass-Sängers Messiah Marcolin. Zu hören ist Marcolin zusammen mit Hegg bei dem Song „Tutto“, welches somit nicht nur einen prominenten Gastsänger hat, sondern sich auch mit seiner Doom-Metal-Attitüde rein stilistisch deutlich vom Rest der Songs abhebt und mit einem Riff gesegnet ist, come può sembrare per ottenere al giorno d'oggi probabilmente solo AMON AMARTH. Die neuen Klänge wirken fast schon erfrischend und bieten die Abwechslung, a cui si è aspettato tutto il tempo. Ma non è tutto: Con l'ultimo titolo „Warriors Of The North“ Amon Amarth mettere qualcosa in più. Der Track dauert einfach mal länger als acht Minuten und ist im Prinzip nichts anderes als ein Siegeslied. Si estende su un bel paio di sfaccettature di metalli da, senza perdere il riferimento al tema attuale. Ma al tempo stesso rende anche chiaro, dass es so schnell keine Veränderung geben wird.

ARVE Errore:
questo è tutto gente! - Video non disponibile

Für meine Begriffe ist „Deceiver Of The Gods“ il logico sviluppo di „crepuscolo del Thundergod“ e per Ehrlich essere, Non avevo creduto, dass Amon Amarth die Qualität dieses Werkes – Perché „Crepuscolo…“ zählt zu meinen absoluten All Time Favouritesnochmal erreichen würden. Il buon, aber nicht wirklich überragende „Surtur aumento“ bestätigte diese Vermutung, diesmal aber überführen mich die Stockholmer Jungs des Irrglaubens. L'album è una significativa evoluzione della band, es Hiermit gewagt cappello, di unire più stili, quello che ha fatto mai prima. Gli uomini e ancora rimanere fedele a una o l'altra battistrada nuovo percorso – mente Path, nicht achtspurige Autobahn und bleiben ihrem Stil treu und beschallen den Hörer mit Death Metal, wie ihn in dieser Form der Perfektion nur Amon Amarth abliefern können. I nuovi elementi sono ben posizionati e si deve dire, Amon Amarth non Dass 21 Jahren Bandgeschichte sempre noch mit ganzem Herzen dabei sind und jedes Album gute Arbeit mit sich bringt. Proprio così e non altrimenti vogliono essere serviti, un nuovo album di Amon Amarth. Reinhören schadet auf keinen Fall.

Track list:

  1. Deceiver Of The Gods
  2. Come Loke Cascate
  3. Father Of The Wolf
  4. Shapeshifter
  5. Under Siege
  6. Sangue Aquila
  7. Noi distruggeremo
  8. Tutto
  9. Coming Of The Tide
  10. Warriors Of The North

Die Limited Edition erscheint im Digipak in einer hochwertigen bronzefarbenen Box mit geprägtem Logo inklusive seperater Bonus-CD und Poster. Die Bonus-CD enthält vier weitere neue Songs, die im Chiedi l'Hard Rock- e metallo leggende Judas Priest per eccellenza, Black Sabbath, Motörhead und AC/DC eingespielt wurden.

  1. Ardente Incudine of Steel
  2. Satana aumento
  3. Snake Eyes
  4. 4. Stand Up a Go Down

Amon Amarth - Deceiver Of The Gods

Recensione Album: Amon Amarth - Deceiver Of The Gods
9.6 Totale
0 Valutazione dei visitatori (0 voti)
originalità10
Tempo9
abilità musicali10
Canto10
Songtexte9
Substanz10
Produzione10
Lanlebigkeit9
Visitors ' Come valuti questo?
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

Avatar utente
verificata

Mostra di più
{{ pageNumber + 1 }}
Come valuti questo?

DBD: Deceiver Of The Gods – Amon Amarth

Deceiver Of The Gods - Amon Amarth

Die Könige des Viking-Metallo Amon Amarth accedi con il loro nono album in studio „Deceiver Of The Gods“ zurück und den Titeltrack könnt ihr euch hier anhören und auch gleich herunterladen. Für die Produktion wurde diesmal der britische Star-Produzent Andy Sneap verpflichtet, dopo gli ultimi tre album sono stati effettuati sotto la direzione di Jens Bogren. Das Artwork erklärt die Band wie folgt:

Das Cover greift den letzten Kampf zwischen den Göttern und Loki auf. Loki erreicht das Feld von Vigrid mitsamt seiner Armee der Toten und schlägt die Schlacht zum Ende der Welt, wie sie aus der Ragnarök-Sage bekannt ist.

Earshakerday: Neuer Running Order

Irgendwie erinnert mich der heutige Wechsel von ursprünglich 3 reso oggi 2 Bühnen an das Chaos des letztjährigen Sonisphere, che si è tenuto nello stesso luogo e l'ordine di marcia cambiato anche fino all'ultimo giorno…
Questa modifica solo 2 Bühnen verkürzt selbstverständlich die Spielzeit der Bands recht massiv, z.B. spielen Amon Amarth statt ursprünglich einer Stunde (16:30 – 17:30), nuovo 45 Minuti e Machine Head hanno invece 90 Verbale (22:30 – 24:00) ottiene solo un'ora. Da diese Änderung vermutlich nicht die Letzte sein wird, muss ich mir doch ernsthaft überlegen, se guardo il (di nuovo) Antun sarà, denn die Preise für Getränke und Food Conosci l'anno scorso unflätig hoch und ich gehe davon aus, che questo non sarà diverso il Sabato. Inoltre, vi è il divertimento in sale, quando non si Fumo lattina… bene, oltre sempre, ecco la nuova Ordine di marcia des Earshakerday:

Mainstage:
12h30 – 13h50 Il trattamento
13h10 – 13h40 Unearth
14H00 – 14h30 Sebastian Bach
14h50 – 15h30 Black Stone Cherry
15h50 – 16h30 August Burns Red
16h50 – 17H30 Devildriver
18H00 – 18h45 Black Label Society
19h15 – 20H00 Amon Amarth
20h30 – 21h20 Children Of Bodom
21h50 – 22h40 Killswitch Engage
23h10 – 24h00 Lamb Of God
00h30 – 01h30 Machine Head

Fase 2:
12h30 – 13h00 I Killed The Promqueen
13h20 – 13H50 Your Demise
14h10 – 14h40 Cancer Bats
15H00 – 15H30 Vale Tudo
15h50 – 16h20 Eyes Set To Kill
16h40 – 17h15 Axe ferita
17h40 – 18Lacuna Coil h15
18h40 – 19h20 Sick Of It All
19H45 – 20h25 Ugly Kid Joe
20h50 – 21h35 Soulfly
22H00 – 22H45 Paradise Lost
23h10 – 23H55 Skeletonwitch
00h20 – 01h20 Napalm Death

Amon Amarth – I Vichinghi sono tornati!

I rappresentanti più noti del WIKING / Pagan-Metallo sind zurück mit „As I Lay Dying“ im Gepäck! Amon Amarth saccheggio in questi giorni che percorre trasversalmente l'Europa e portare la sua ora, a soli sei mesi vecchio album „Surtur aumento“ tra la gente comune Vichinghi. Nel frattempo, „Amon Amarth“ ja gerne augenzwinkernd die AC/DC des Death Metals genannt und dieser Ruf kommt nicht von ungefähr. Bei ihren Tonträgern machen „Amon Amarth“ keine grösseren Experimente – Anche „Surtur aumento“ non è un'eccezione – und auch live sind die Schweden eine verlässliche Bank. Di conseguenza pieno Venerdì scorso è stato anche il „Les Docks“ a Losanna, Come „Amon Amarth“ insieme „As I Lay Dying“ e „Septic Flesh“ Nel Svizzera il campo. e „Amon Amarth“ è venuto, visto, hanno conquistato.

Dal suo umile inizio in giorni 1992 – als kleine Undergroundband aus Tumba, einem Vorort im Süden Stockholms, Amon Amarth l'hanno attraverso il duro lavoro, tour intenso e album costantemente solidi gestiti, sich als eine von Europas grössten Wiking/Pagan Metal Bands zu etablieren. Von Anfang an unterschieden sich Amon Amarth vom Rest der genre-ähnlichen Metal Bands dadurch, che hanno usato nei loro testi e le loro illustrazioni della mitologia vichinga. Weiterhin besass die Band ein unglaubliches Talent dafür, epico, einprägsame Melodien zu schreiben, la natura barbara del loro Arte sottolineato.

puntualmente alle 20 Uhr wurde es dann zunächst aber einmal ganz duster und der erste Opener des Abends, „Septic Flesh“ dal greco di Atene, betrat die Bühne. Con il loro death metal epico, der sich sehr abwechslungsreich präsentierte, di esplosione battiti uniti parti orchestrali, sowie vom wütenden Gegrowle in cleanen Gesang und durchaus auch einige Black-Metal Elemente mit einfliessen liess, potrebbe ispirare il pubblico fin dall'inizio. Certamente „Septic Flesh“ già non è più un segreto, Infine, hanno fatto questo per più di 20 Jahren die Bühnen unsicher, dennoch dürften sie sich an diesem Abend in den 30 Processo verbale del tempo di riproduzione, quale sono stati concessi loro, hanno fatto un sacco di nuovi fan.

Video Thumbnail
Septic Flesh Live Les Docks Lausanne 11 11 2011

Un angolo tutto sono noti „As I Lay Dying“, die nach nur viertelstündiger Umbaupause „media“ Banda della notte. Si potrebbe in qualche pubblico „As I Lay Dying“-Camicie, gerade bei den jüngeren Besuchern, ausmachen und mit entsprechend grossem Jubel wurden die Amis dann auf der Bühne empfangen. Angemessen enthusiastisch ging Sänger Tim Lambert dann direkt zu Beginn in die Vollen, doch leider war er nicht zu hören! Il suono viene inizialmente miscelata fa schifo assolutamente, der Drumer übertönt alles und der Rest war leise und vorallem ausbaufähig, ma da due, drei Stücke später etwas besser justiert, è e rimane Instrumentenbrei. danno! Perché „As I Lay Dying“ sono molto giocoso. Unglaublich wie Sänger Tim Lambert während des Singens bangte und dabei die ganze Bühne ablief. Il resto della band armonizzate grande ed è stato in grado di spostare tutto il pubblico punta intercettazioni. Die hochkarätige Setlist tat ein Übriges, auch den letzten Zweifler zu überzeugen und nach einem starken „Condemned“ e „Niente più“, die lauthals mitgegrölt wurden, potrebbe quindi essere „Definito“ muoiono Muro della Morte klappen. Poi, come i californiani con „94 orario“ il loro set era finito, dopo aver lasciato una buona impressione, wenn nur der Ton Tech seinen Job im Griff gehabt hätte

Video Thumbnail
Amon Amarth Live Les Docks Lausanne 11 11 2011

Poi è arrivata la, per cui la Les Docks da metà ottobre era tutto esaurito. Anche in questo caso le luci si spensero, diesmal für eine knapp mehr als halbstündige Umbaupause, allora è realmente accadendo, ma. „Amon Amarth“-Grida che echeggiano per la sala, die blonden Todes-Wikinger kommen unter tosendem Beifall auf die Bühne, wie einst die Nordmänner heim nach ihren langen Fahrten. Die im Stile der neuen Scheibe dekorierte Bühne unter einem riesigen „Surtur aumento“ Torna striscioni con la porpora spada fiammeggiante luce incandescente. Passend zum neuen Werk starteten die Nordländer dann auch ihr Set mit „War of the Gods“ e ha mostrato ai suoi fan fin dall'inizio, wo Thors Hammer hängt. Ulteriormente 90 Verbale, il „Amon Amarth“ dovrebbe svolgere questa sera, disponibile una selezione vivace attraverso il lavoro di Vikings simpatico e, soprattutto, sempre nuovo un: Una grande quantità di divertimento. Ci sono poche band, la gestione, so bodenständig, sympathisch und nett rüberzukommen wie diese Herren. Gerade Sänger Johan Hegg schaffte es immer wieder, das Publikum neu anzustacheln und stand des Öfteren von einem Ohr zum anderen grinsend und die Hand am selbigen am Bühnenrand, per prendere gli applausi più e più forte. E chi negherebbe lui questo già?

Video Thumbnail
Amon Amarth - Guerra degli Dei @ Les Docks Lausanne, 11.11.11

Die Schweden um Frontman Johan Hegg waren sympathiepunkte-mässig das Highlight des Abends, a causa del modo facilità bello, mit dem Publikum ins Gespräch zu kommen. il „Vichingo“, che non è anche coinvolto nella „Forcella francese“ sparten und die Zuhörerschaft kaum zur Ruhe kommen liessen, unterbrachen das Geknüppel immer wieder mit spontanen Ansagen und witzigen Kommentaren, sconto stabilmente grida di battaglia in declino alle canzoni. Dabei setzten die Schweden neben eher spärlicher Bühnendekoration vor allem auf eins – Lautstärke! Von der ersten bis zur letzten Minute übertönten „Amon Amarth“ tutto, was sich im Raum hätte Gehör verschaffen wollen. An der Setlist der Schweden gab es an diesem Abend auf jeden Fall genauso wenig zu rütteln wie an ihrer Bühnenpräsenz. Uno ha colpito un altro seguito, proprio all'inizio era „Destroyer of the Universe“ rausgehauen, poco dopo „La ricerca della Vichinghi“. Tempo di respirare il meno è rimasto. Man konnte förmlich den Schweiss und das Adrenalin in der Luft schmecken.

Per guardare splendida e probabilmente ancora più motivi per mostrare iniziativa era l'energia, die die Herren auf der Bühne selbst an den Tag legten. Da anteriore a quella posteriore si temeva, richiede uno per essere semplicemente collegate. Si deve notare, in ogni caso, dass die Stimmung den ganzen Abend über geradezu fanatisch ist. Bei jeder Gelegenheit werden Fäuste und Pommesgabeln ausgefahren. No Friends, Feste di compleanno per bambini e ragazzi un aspetto diverso. Nach dem mächtigen „La morte nel fuoco“ Una volta che deve essere concluso, begann das Publikum lautstark nach Zugaben zu grölen. Questo desiderio potrebbe „Amon Amarth“ ihren Fans natürlich nicht verwehren und zu den ersten Klängen des nun folgenden „Il crepuscolo degli dei Thunder“ porre giubilo immediato e la sala era chiusa con.

Video Thumbnail
Twilight of the Thunder God_Amon Amarth_11.11.11 Les Docks

Un'ultima volta, si potrebbe „Amon Amarth“ e divertirsi ad alta voce risuonava „Siamo custodi, Guardiani di Asgaard“! In tosendem Applaus und unter etlichen Zugabe-Rufen verliessen die Schweden dann endgültig die Bühne. Ein Erlebnis für die Ohren! Ein in jeder Hinsicht denkwürdiger Abend! Canzoni di „Surtur aumento“ kamen dabei ebenso gut an wie die älteren Sachen, Ma „Amon Amarth“ hätten wahrscheinlich auch 70 Minuten ABBA covern können, die Leute wären trotzdem ausgerastet. Chiaramente uno spettacolo dannatamente buon metallo. „Amon Amarth“ erano, sono in diretta e rimangono una forza. Torna presto, si vichingo!

Setlist di questa sera è stata:

  1. War of the Gods
  2. Runes alla mia memoria
  3. Destroyer of the Universe
  4. Live Without Regrets
  5. The Pursuit of Vikings
  6. Per Vittoria o Morte
  7. Varyags Gaard eccessivo
  8. Schiavi di paura
  9. Guidare For Vengeance
  10. A Beast I Am
  11. Abbraccio del Endless Ocean
  12. Free Will Sacrifice
  13. Asator
  14. La morte nel fuoco
  15. Bis:

  16. Twilight Of The Thunder God
  17. Guardiani di Asgaard

Successivamente, un dietro le quinte Video gli uomini per l'inizio del tour di Stoccarda:

Video Thumbnail
Prima Mostra
Amon Amarth - I Vichinghi sono tornati!
8 Totale
0 Voto utenti (0 voti)
atmosfera10
Prestazione10
Acustica7
visibilità9
Vor-Ort-Service8
impianti sanitari6
Situazione dei parcheggi6
Visitors ' Come valuti questo?
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

Avatar utente
verificata

Mostra di più
{{ pageNumber + 1 }}
Come valuti questo?

DBD: Destroyer of the Universe – Amon Amarth

Video Thumbnail
Amon Amarth "Destroyer of the Universe" (Official Video)

Mi alzo dal Muspelheim,
Il mio furore è sublime.
La spada porto brucia violentemente
Con le fiamme selvagge e letale.

Ho corteo contro le Asagods
Per portare La Fine di tempo.
Io sono il dolore puro e infinito
E Surtur è il mio nome.

Guardami crescere, il possente Surt,
Destroyer of the Universe.
Portatore di fiamme e dolore senza fine
Scorcher degli uomini e della Terra.

Guardami crescere, il possente Surt,
Destroyer of the Universe.
Portatore di fiamme e dolore senza fine
Scorcher degli uomini e della Terra.

Frej Swordless con corno in mano
Sorge alla sua posizione definitiva.
He doesn’t stand a single chance;
I’ll split his living corpse in half.

E tuttavia egli mi ha ferito l'occhio;
Ha guidato il corno in profondità.
La schiacciante, dolore infuria
è GUIDA me insane!

Le onde di fiamme che
I’ve Unleashed will eat us all alive.
La rabbia che brucia nel mio cuore
E 'incontrollata e selvaggia:
E ora tutto deve morire!

Massicce ondate consumare tutti noi, l'oceano è rilasciato.
I nostri terremoti mondo che muoiono sotto
E sprofonda nel mare:
E ora nulla sopravviverà!

Estinzione attende per tutti,
Per gli dèi e uomini.
Quando tutti se ne sono andati del vecchio mondo
Una nuova sorgerà.

Guardami crescere, il possente Surt,
Destroyer of the Universe.
Portatore di fiamme e dolore senza fine
Scorcher degli uomini e della Terra.

Guardami crescere, il possente Surt,
Destroyer of the Universe.
Portatore di fiamme e dolore senza fine
Scorcher degli uomini e della Terra.

Vedere me il, il possente Surt,
Destroyer of the Universe.
Drowning in onde che inonda la Terra:
All'inizio, di una nuova rinascita.

Vedere me il, il possente Surt,
Destroyer of the Universe.
Drowning in onde che inonda la Terra:
All'inizio, di una nuova rinascita.

DBD: Antenne – Amon Amarth

ARVE Errore:
questo è tutto gente! - Video non disponibile

la vita è una cascata
we’re one in the river
e uno dopo la caduta
Nuotando nel vortice
sentiamo la parola
ci si perde
ma troviamo tutto….
perché noi siamo quelli che vogliono giocare
sempre voglia di andare
ma non si vuole rimanere
e ci sono quelli che vogliono scegliere
sempre voglia di giocare
ma non si vuole perdere
Antenne, nel cielo
quando si perde piccola mente
si liberi la tua vita
la vita è una cascata
beviamo dal fiume
poi ci voltiamo e mettere i nostri muri
Nuotando nel vortice
sentiamo la parola
ci si perde
ma troviamo tutto…
perché noi siamo quelli che vogliono giocare
sempre voglia di andare
ma non si vuole rimanere
e ci sono quelli che vogliono scegliere
sempre voglia di giocare
ma non si vuole perdere
Antenne, nel cielo
quando si perde piccola mente
si liberi la tua vita
Antenne, così in alto
quando si libera la tua eterna occhi premio
Antenne, nel cielo
quando si perde piccola mente
si liberi la tua vita
Antenne, così in alto
quando si libera la tua eterna occhi premio

Recensione Album: Amon Amarth – Surtur aumento

Pugno Neat Amon Amarth aveva già sempre, con l'ottavo album in studio „Surtur aumento“, che è uscito oggi, era stato commesso dalla partenza alla destinazione, ein härteres, wütenderes, più triste, melancholischeres und gleichzeitig mönströseres Album zu schreiben, di „Twilight Of The Thunder God“ era l'opinione della band. E così sappiamo anche esattamente, da ciò che si „Surtur aumento“ previsto. Riff Insane, voce vichinghi ultra-bassi e melodie da morire. Das Album verdient in sämtlichen Kategorien die Höchstnote, perché è tutto quello che c'è, was ein perfektes Metallo-Album braucht. Selbst wenn ich Trinkhörner immer noch als eine Art Penisersatz ansehe, Amon Amarth metallo offriamo qui in una classe. Macht weiter – und zwar genau so!

Amon Amarth, il metal morte Tumba, einem Vorort der schwedischen Hauptstadt Stockholm bietet auf ihrem neuen Album wieder so einiges für den geneigten Hörer. Während das letzte Album auf lange Sicht ein wenig zu deutlich in klassischen Metal-Gefilden wilderte, crea „Surtur aumento“ rappresentare fedelmente il giusto equilibrio tra melodie black metal e la morte e tinte tradizionali metalli pesanti è la continuazione logica della discografia precedente band. Costruisce Musicalmente „Surtur aumento“ auf dem Vorgängeralbum „Twilight Of The Thunder God“ auf und klingt dennoch düsterer und epischer und ist dabei völlig im Einklang mit dem zentralem Thema des Albums, il fuoco Surtur gigante. Thematisch bleibt die Band somit ihrem Konzept der letzten Alben über die nordische Mythologie treu und vermeidet weiterhin klischeehafte Heroenschlachten zu besingen, ma si concentra sulla stessa mitologia.

Video Thumbnail
Amon Amarth "War of the Gods" (Ufficiale)

Amon Amarth è in grado di afferrare uno dei primi al perfetto all'ultimo secondo. Das Album berührt, weckt Emotionen und lädt auf eine musikalische Reise ein, I mondi possono sorgere nella tua mente. Dal momento che il quarto album „Versus The World“ dall'anno 2002 ha a Amon Amarth musicalmente nulla, o per lo meno solo fatto molto poco. La band ha trovato la sua strada con questo album e sotto questa imperterrita. Melodic Death Metal, un sacco di classico Heavy Metal e Johann Hegg voci inconfondibili. Amon Amarth hanno reso ancora una volta, all ihre Stärken zu bündeln und epische Soli, melodie forti, furiosen morte- e classico heavy metal di combinare un mix incredibile. Anche con il dispositivo di apertura „War of the Gods“ fühlt man sich sofort heimisch. Il seguente „Töck´s TauntLoke´s Treachery Part II“ e il quasi-titolo del brano „Destroyer of the Universe“ suonare familiare. Il primo è uno dei tipici, massiccio mid-tempo Stampfer, quest'ultimo è un po 'più gas determinato. „The Last Stand di Frej“ è una malinconia, doomige Nummer bei der Amon Amarth sogar auf Streicher zurückgreifen. E, che ci crediate o no, diese fügen sich nahtlos ein, als wäre es das natürlichste der Welt, dass die Band plötzlich mit Streichern anrückt. Sembra interessante a suonare la chitarra al seguente „Per Vittoria o Morte“, das von allen Songs des Albums am ungewöhnlichsten klingt. Anche qui, alla fine ancora una volta, le corde utilizzate. „Wrath Of The Norsemen“ è ancora una volta molto più semplice maglia. Quando buttafuori „Doom Oltre Dead Man“ Amon Amarth mettere una stringa in più aggressivo, dare loro ruolo non solo in background, ma possono portare una parte della canzone.

Video Thumbnail
Bloodshed Over Bochum DVD - Bastards Of A Lying Breed

„Surtur aumento“ ist ganz nach bewährtem Amon Amarth Muster aus Melodie und Aggression geschmiedet und dabei das Album geworden, che si otterrebbero – momenti di grandi dimensioni e, attraente e molto potente in possesso, aber leider auch zu keiner Zeit überraschend oder atemberaubend. Ma il successo darà gli svedesi di nuovo a destra. Le melodie tante belle, l'atto in tempo anche delicato, kommen genauso gut rüber wie das kraftvolle Schlagzeug und die druckvollen Gitarrenwände. danno, che le fiamme non consentono neppure fiammata incontrollata – proprio ora, wo uomo doch Surt, den Ersten der Feuerriesen und Auslöser des Weltenbrandes besingt. E tuttavia, l'album è già un annuncio sulla lista degli album dell'anno!

Recensione Album: Amon Amarth - Surtur aumento
7.4 Totale
0 Valutazione dei visitatori (0 voti)
originalità6
Tempo8
abilità musicali9
Canto9
Songtexte6
Substanz7
Produzione9
Lanlebigkeit5
Visitors ' Come valuti questo?
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

Avatar utente
verificata

Mostra di più
{{ pageNumber + 1 }}
Come valuti questo?

Pagina 1 Di 212